Astronomo Michael Gillion dell'Università di Liegi in Belgio presenta i risultati della ricerca durante la Trappa-1 pianeti briefing presso la sede centrale della NASA Febbraio 22, 2017 a Washington, DC. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-size pianeti intorno a una stella unica Trappista chiamato-1.
RMHT4KH7Astronomo Michael Gillion dell'Università di Liegi in Belgio presenta i risultati della ricerca durante la Trappa-1 pianeti briefing presso la sede centrale della NASA Febbraio 22, 2017 a Washington, DC. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-size pianeti intorno a una stella unica Trappista chiamato-1.
University of Liege (Belgium) astronomer Michael Gillon listens to remarks during a news conference to present new findings on exoplanets, planets that orbit stars other than Earth's sun, in Washington, U.S., February 22, 2017. REUTERS/Mike Theiler
RM2CK18P6University of Liege (Belgium) astronomer Michael Gillon listens to remarks during a news conference to present new findings on exoplanets, planets that orbit stars other than Earth's sun, in Washington, U.S., February 22, 2017. REUTERS/Mike Theiler
L'astronomo Michael Gillon (R) dell'Università di Liegi (Belgio) fa delle osservazioni come Sean Carey del centro della scienza di Spitzer della NASA ascolta durante una conferenza stampa per presentare i nuovi risultati sugli esopleti, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole della Terra, a Washington, USA, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler
RM2E6M1P8L'astronomo Michael Gillon (R) dell'Università di Liegi (Belgio) fa delle osservazioni come Sean Carey del centro della scienza di Spitzer della NASA ascolta durante una conferenza stampa per presentare i nuovi risultati sugli esopleti, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole della Terra, a Washington, USA, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler
Università di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillion presenta i risultati della ricerca durante la Trappa-1 pianeti briefing presso la sede centrale della NASA Febbraio 22, 2017 a Washington, DC. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-size pianeti intorno a una stella unica Trappista chiamato-1.
RMHT4KH8Università di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillion presenta i risultati della ricerca durante la Trappa-1 pianeti briefing presso la sede centrale della NASA Febbraio 22, 2017 a Washington, DC. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-size pianeti intorno a una stella unica Trappista chiamato-1.
Università di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillon presenta i risultati della ricerca durante la Trappa-1 pianeti briefing, mercoledì 22 febbraio, 2017 al quartier generale della NASA a Washington. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-size pianeti intorno a una stella unica Trappista chiamato-1. Photo credit: (NASA/Bill Ingalls) più: exoplanets.nasa.gov/trappist1/ https://exoplanets.nasa.gov/trappist1/ ( )
RMJ330CHUniversità di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillon presenta i risultati della ricerca durante la Trappa-1 pianeti briefing, mercoledì 22 febbraio, 2017 al quartier generale della NASA a Washington. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-size pianeti intorno a una stella unica Trappista chiamato-1. Photo credit: (NASA/Bill Ingalls) più: exoplanets.nasa.gov/trappist1/ https://exoplanets.nasa.gov/trappist1/ ( )
MIT Professore di scienze e fisica planetarie Sara Seager (L) fa commenti come Sean Carey del Centro Scientifico Spitzer della NASA (C) e dell'Università di Liegi (Belgio) astronomo Michael Gillon ascoltare durante una conferenza stampa, per presentare nuovi risultati su esoplaneti, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole terrestre, a Washington, USA, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler
RM2CH925TMIT Professore di scienze e fisica planetarie Sara Seager (L) fa commenti come Sean Carey del Centro Scientifico Spitzer della NASA (C) e dell'Università di Liegi (Belgio) astronomo Michael Gillon ascoltare durante una conferenza stampa, per presentare nuovi risultati su esoplaneti, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole terrestre, a Washington, USA, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler
Manager della NASA Spitzer Science Center at Caltech/L'IPAC, Pasadena, California Sean Carey, sinistra e Università di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillon, presentare i risultati di ricerche durante una TRAPPIST-1 pianeti briefing, mercoledì 22 febbraio, 2017 al quartier generale della NASA a Washington. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-size pianeti intorno a una stella unica Trappista chiamato-1. Photo credit: (NASA/Bill Ingalls) più: exoplanets.nasa.gov/trappist1/ https://exoplanets.nasa.gov/trappist1/ ( )
RMJ330D0Manager della NASA Spitzer Science Center at Caltech/L'IPAC, Pasadena, California Sean Carey, sinistra e Università di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillon, presentare i risultati di ricerche durante una TRAPPIST-1 pianeti briefing, mercoledì 22 febbraio, 2017 al quartier generale della NASA a Washington. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-size pianeti intorno a una stella unica Trappista chiamato-1. Photo credit: (NASA/Bill Ingalls) più: exoplanets.nasa.gov/trappist1/ https://exoplanets.nasa.gov/trappist1/ ( )
Amministratore associato per la direzione della Missione scientifica della NASA Thomas Zurbuchen (R) fa commenti come astronomo dell'Università di Liegi (Belgio) Michael Gillon (C) e Sean Carey del Centro Scientifico Spitzer della NASA Ascolta durante una conferenza stampa per presentare nuovi risultati su esoplaneti, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole della Terra, a Washington, USA, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler
RM2CNY63FAmministratore associato per la direzione della Missione scientifica della NASA Thomas Zurbuchen (R) fa commenti come astronomo dell'Università di Liegi (Belgio) Michael Gillon (C) e Sean Carey del Centro Scientifico Spitzer della NASA Ascolta durante una conferenza stampa per presentare nuovi risultati su esoplaneti, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole della Terra, a Washington, USA, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler
La NASA Public Affairs Officer Felicia Chou, diritto, moderati trappista-1 pianeti briefing con i presentatori, da sinistra, astronomo presso lo Space Telescope Science Institute di Baltimora Nikole Lewis, professore di scienze planetarie e di fisica presso il Massachusetts Institute of Technology, Cambridge, Sara Seager, Manager della NASA Spitzer Science Center at Caltech/L'IPAC, Pasadena, California Sean Carey, Università di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillon e associare la NASA Amministratore della direzione di missione di scienza Thomas Zurbuchen, mercoledì 22 febbraio, 2017 al quartier generale della NASA a Washington.
RMJ330CDLa NASA Public Affairs Officer Felicia Chou, diritto, moderati trappista-1 pianeti briefing con i presentatori, da sinistra, astronomo presso lo Space Telescope Science Institute di Baltimora Nikole Lewis, professore di scienze planetarie e di fisica presso il Massachusetts Institute of Technology, Cambridge, Sara Seager, Manager della NASA Spitzer Science Center at Caltech/L'IPAC, Pasadena, California Sean Carey, Università di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillon e associare la NASA Amministratore della direzione di missione di scienza Thomas Zurbuchen, mercoledì 22 febbraio, 2017 al quartier generale della NASA a Washington.
L'astronomo Michael Gillon (2°,R) dell'Università di Liegi (Belgio) fa osservazioni come (L-R) astronomo Nikole Lewis, professore di scienze e fisica planetarie del MIT Sara Seager, Sean Carey del Centro Scientifico Spitzer della NASA e amministratore associato della direzione Missione scientifica della NASA Thomas Zurbuchen ascoltano durante una conferenza stampa, Presentare nuovi risultati su exopanets, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole della Terra, a Washington, Stati Uniti, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler
RM2E6G15AL'astronomo Michael Gillon (2°,R) dell'Università di Liegi (Belgio) fa osservazioni come (L-R) astronomo Nikole Lewis, professore di scienze e fisica planetarie del MIT Sara Seager, Sean Carey del Centro Scientifico Spitzer della NASA e amministratore associato della direzione Missione scientifica della NASA Thomas Zurbuchen ascoltano durante una conferenza stampa, Presentare nuovi risultati su exopanets, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole della Terra, a Washington, Stati Uniti, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler
Trappiste-1 pianeti briefing con i presentatori, da sinistra, astronomo presso lo Space Telescope Science Institute di Baltimora Nikole Lewis, professore di scienze planetarie e di fisica presso il Massachusetts Institute of Technology, Cambridge Sara Seager, Manager della NASA Spitzer Science Center at Caltech/L'IPAC, Pasadena, California Sean Carey, Università di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillon e associare la NASA Amministratore della direzione di missione di scienza Thomas Zurbuchen, mercoledì 22 febbraio, 2017 al quartier generale della NASA a Washington. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-si
RMJ330CPTrappiste-1 pianeti briefing con i presentatori, da sinistra, astronomo presso lo Space Telescope Science Institute di Baltimora Nikole Lewis, professore di scienze planetarie e di fisica presso il Massachusetts Institute of Technology, Cambridge Sara Seager, Manager della NASA Spitzer Science Center at Caltech/L'IPAC, Pasadena, California Sean Carey, Università di Liegi in Belgio astronomo Michael Gillon e associare la NASA Amministratore della direzione di missione di scienza Thomas Zurbuchen, mercoledì 22 febbraio, 2017 al quartier generale della NASA a Washington. I ricercatori hanno rivelato il primo sistema noto di sette terra-si
(L-R) Istituto di scienze del telescopio spaziale Nikole Lewis, Professore del MIT di scienze e fisica planetaria Sara Seager, Sean Carey del Centro di scienze dello Spitzer della NASA, L'astronomo dell'Università di Liegi (Belgio) Michael Gillon e amministratore associato della direzione della Missione scientifica della NASA Thomas Zurbuchen partecipa a una conferenza stampa moderata dalla NASA Public Affairs Officer Felicia Chou, per presentare nuovi risultati su esoplaneti, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole della Terra, a Washington, USA, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler
RM2CKF11C(L-R) Istituto di scienze del telescopio spaziale Nikole Lewis, Professore del MIT di scienze e fisica planetaria Sara Seager, Sean Carey del Centro di scienze dello Spitzer della NASA, L'astronomo dell'Università di Liegi (Belgio) Michael Gillon e amministratore associato della direzione della Missione scientifica della NASA Thomas Zurbuchen partecipa a una conferenza stampa moderata dalla NASA Public Affairs Officer Felicia Chou, per presentare nuovi risultati su esoplaneti, pianeti che orbitano stelle diverse dal sole della Terra, a Washington, USA, 22 febbraio 2017. REUTERS/Mike Theiler